Follow by Email

martedì 7 febbraio 2012

Momenti di panico...

... ma non frequenti.

Vivo tranquillamente le mie giornate in mezzo ai miei fili e gomitoli e bottoni e ritagli di carta ecc. ecc...ma ogni tanto mi guardo intorno e sento che il senso mi sfugge. Se poi analizzo, o tento di farlo, succede che vado nel panico veramente. Chi può mettere ordine in questo caos? Ce la farò?
Mi riprometto spesso di fare una cosa piuttosto che un'altra e tutto sembra semplice, ma nel frattempo le cose si accavallano, si affastellano, si fondono, si amalgamano e l'angoscia mi prende la mano.
Cerco di dimenticare, di rimandare perchè non so come fare.
Poi spero, immagino che qualcuno mi possa dare una mano. Una presenza, una persona che mi venga a trovare e che mi dica che fa un pezzetto del lavoro,che si dedicherà ad una tavola dello scaffale da organizzare od a un ripiano dell'armadio. Utopie, comeal solito. Ma io senza lo stimolo di qualche cosa di esterno non riesco a darmi una spinta considerevole e duratura per poter fare e proseguire.
Per fare.... faccio, ma è il proseguire che è un problema.