Follow by Email

venerdì 21 giugno 2013

MILLE - Se potessi avere...

... mille lire al mese....



adesso si potrebbe dire, magari, 1000 euro al mese? No, credo che non ci siano paragoni. Al tempo (1939) le mille lire erano molto di più, potevano ritenersi una cifra per permettersi dei lussi.
Adesso le mille euro sarebbe una sopravvivenza, dignitosa, ma sopravvivenza.
Io sono senza stipendio da un pò e le mille euro sono veramente un sogno.
Tento "mille" cose ma non rendo neppure un centesimo l'una, anzi non riesco a creare nulla.
Qualsiasi progetto al momento di entrare in pista ha un costo e nessuna garanzia di rientro...
Amici?
Ci sarebbero, ma il passaparola per il lavoro non funziona più. L'aiuto, dopo qualche sporadica iniziativa, subisce una debacle ciclopica.
Nessuno aiuta più nessuno.
Tutti sono disposti a  prendere, pochi, quando nessuno, a dare.
Nella mia natura c'è sempre stata la generosità e anche non poter dare nulla è una sofferenza.
E nell'aver bisogno una specie di contraddizione, una specie di contronatura: voler dare ed invece aver bisogno di ricevere....
E' così anche negli affetti.
Quando non si è più in grado di dare, per buio dei sentimenti, per crisi di uno stato, per sofferenza o delusione, ci sarebbe necessità di ricevere un abbraccio seppur virtuale ed invece un circolo vizioso di negatività si instaura e nessuno dà e nessuno prende.