Follow by Email

lunedì 28 ottobre 2013

E' difficile...

Dire, non dire.
Esprimersi. Aprire la porta dell'anima, del cervello, del cuore.
E' difficile trovare chi ascolta interessato.
Ed ancora più terribile accorgersi che chi ascolta, a volte, poi utilizzerà ciò che dici come un'arma ricattatoria.
Almeno così capita a me. Ed adesso, forse, non capita più per il semplice motivo che non esprimo più o, se lo faccio, limito le mie espressioni in compartimenti stagni. Un pò qui, un pò là. A nessuno la totalità della verità.
A volte, persone educate, ti fanno finire le tue confidenze per aspettare solo il proprio turno di fantasia.
E così non mi sento presa sul serio.
A volte mi sento tutta scema, come se fossi davanti a qualche genio. In altre occasioni capita che sono io il genio, ma incompreso. Tutto questo solo per dire che le posizioni di arroccamento sono il risultato di questa grossolana analisi. Non c'è modo di uscirne fuori.
Per ora.
Forse...
Chissà!