Follow by Email

martedì 31 luglio 2012

Anche la notte può essere.... imperfetta!


Questa notte, senza apparente motivo, non riuscivo a chiudere gli occhi.
Errante mi sono aggirata per casa ma ogni stanza, ogni eventuale compito non mi soddisfaceva... neppure bere che la notte è il mio sport preferito. Bere acqua, latte, tè.... insomma, non superalcolici!
E alla fine ho capito che qualsiasi tipo di notizia per me, diventa notiziona. Il mio cervello si incanta lì e non c'è modo di spostarsi.
Ieri ho parlato con un funzionario statale per una pratica che mi riguarda e an passant 
ha fatto un'affermazione che lì per lì non ho registrato.
Ma stanotte ho rimesso indietro il nastro e ho realizzato!
Per me una buona notizia, tutto sommato, ma il gioco dei pensieri, delle coincidenze, di tutte le sinapsi possibili ed immaginabili mi mette in subbuglio.
E' un subbuglio relativo. Apparentemente sono come prima ma è il corpo che si rifiuta di rilassarsi. Continuo a lavorare: energia che si somma ad energia come una macchina a vapore piena di carbone.
E stamani ero stanchissima, ovviamente.
E oggi sono a pezzi, arri-ovviamente!
Mi sento come una persona che non ha mangiato da una settimana, che è stata a letto per malattia e che deve rialzarsi piano piano prendendo le cose con una certa precauzione.
Possibile?
Ma che razza di modo di essere è questo?